Lievitati

Insalata con medaglioni di filetto scottati, salsa al basilico e pane pita

L’insalata con medaglioni di filetto scottati, salsa al basilico e pane pita è una ricetta saporita e gustosa perfetta per ogni stagione. Per realizzarla a regola d’arte è fondamentale che gli ingredienti principali, ovvero la carne e il basilico, siano entrambi eccellenti. Il basilico, del quale si utilizzano solo le foglie, deve essere freschissimo e profumato e la carne, anch’essa fresca, dev’essere morbida, succosa e di provenienza sicura.

Complice un mazzo di basilico ligure che avevo appena acquistato e una box refrigerata con i tagli da me scelti che ho ricevuto comodamente a casa da Boncà, ho deciso di creare questa ricetta che avesse come protagonisti i medaglioni di filetto.

Boncà è una giovane azienda nata dall’iniziativa di ragazzi appassionati che vogliono portare i migliori tagli di carne da allevamenti selezionati direttamente sulle tavole dei consumatori. Ma i servizi Boncà per i clienti non si fermano quì. Sul loro sito infatti, oltre allo shop on line, trovate anche un blog con articoli di approfondimento e conoscenza sulla carne e tantissime ricette per scoprire come valorizzare a tavola ogni singolo taglio selezionato. Quella che offre Boncà è quindi un’esperienza a tutto tondo sulla carne.

Per la mia ricetta, che volevo che fosse anche semplice e rapida da realizzare, ho scelto di utilizzare il filetto perché oltre ad essere una delle parti più nobili e pregiate della carne bovina è anche la più tenera è saporita e si presta a cotture veloci.

Oltre alla cottura del filetto, i passaggi fondamentali di questa ricetta sono la realizzazione del pane pita e dell’olio al basilico. Entrambe queste preparazioni possono essere realizzate con anticipo e in questo modo basteranno pochi minuti da dedicare alla cottura della carne per portare a tavola questo piatto completo e gustoso.


Insalata con filetto scottato, salsa al basilico e pane pita
Ingredienti per 4 persone
4 medaglioni di filetto di bovino Boncà da 200 g l’uno
60 g di rucola
60 g di radicchio variegato di Castelfranco
40 g di Parmigiano Reggiano a scaglie sottili
20 g di foglie di basilico
2 cucchiai di olio evo
sale grosso (io ho usato sale nero islandese)

per la pita
250 g di farina di tipo 0 Manitoba
150 g di acqua a temperatura ambiente
4 g di lievito di birra
1 cucchiaio di olio evo
1 cucchiaino di sale fino
1 cucchiaino di zucchero
origano secco in polvere q.b.

per l’olio al basilico
20 g di basilico in foglie
75 ml di olio evo
1 presa di sale fino

Procedimento
Per realizzare l’insalata con medaglioni di filetto scottati, salsa al basilico e pane pita iniziate con la preparazione di quest’ultimo. In una piccola ciotola versate l’acqua, il lievito sbriciolato e aggiungete lo zucchero. Mescolate e attendete un paio di minuti per far attivare il lievito. In una ciotola a parte setacciate la farina e unite il sale. Fate un buco al centro e versate l’acqua con il lievito. Mescolate brevemente, unite 1/2 cucchiaio di olio e iniziate ad impastare. Trasferite il composto su una spianatoia e lavorate per almeno 5 minuti o fino a che il composto non sarà liscio ed elastico. Formate una palla, posizionatela di nuovo all’interno della ciotola, coprite con pellicola trasparente e fate lievitare a temperatura ambiente fino a quando il volume sarà triplicato (circa 3 ore). Durante la lievitazione posizionate la ciotola al riparo da correnti. Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e dividetelo in pezzi da circa 100 g l’uno. Formate delle palline, infarinate la spianatoia e stendete l’impasto con un matterello formando dei cerchi spessi 1 cm. Coprite nuovamente con pellicola e lasciate lievitare per 1 ora. Trascorso questo tempo fate riscaldare una padella antiaderente su fiamma media. Spennellate con il rimanente olio evo la superficie del pane pita e cuocete un pane alla volta circa 2 minuti su ciascun lato spolverizzando con origino essiccato. Posizionate su una griglia e quando tutti i pani saranno pronti avvolgeteli con pellicola trasparente (si conservano per un massimo di 2 gg).

Procedete ora con la preparazione dell’olio al basilico. Lavate e asciugate delicatamente le foglie di basilico. Mettetele all’interno del bicchiere di un frullatore ad immersione aggiungete il sale e l’olio. Frullate fino a che non otterrete un salsa mediamente densa. Trasferite in una ciotolina, coprite con pellicola trasparente e conservate in frigo fino al momento dell’utilizzo (in frigo questa salsa si conserva per un massimo di 4 gg).

Cuocete infine la carne. Insaporite i medaglioni di filetto con sale grosso (io ho utilizzato sale nero islandese) e pepe. Spennellate con poco olio una padella in ghisa (o in ferro) e fatela riscaldare su fiamma alta per 4-5 minuti o fino a che sarà rovente. Posionatevi sopra i medaglioni di filetto e fate cuocere per 2 minuti. Trascorso questo tempo girate i medaglioni con una pinza per carne e fateli cuocere sull’altro lato per ulteriori 2 minuti.

Abbassate ora la fiamma e continuate la cottura per ulteriori 4 minuti (2 minuti su ciascun lato) al fine di ottenere una cottura media (per controllare la cottura punzecchiate la superficie con uno spiedino: se è ancora al sangue, ne uscirà una goccia, ma via via che la cottura andrà avanti, il colore del liquido che fuoriesce diventerà sempre più chiaro). Spegnate la fiamma, togliete i medaglioni di filetto dalla padella di ghisa e fateli riposare per almeno 5 minuti su un tagliere di legno.

Nel frattempo lavate bene la rucola, il radicchio, le foglie di basilico e dividetele in 4 piatti. Aggiungete anche le scaglie di parmigiano.

Tagliate i medaglioni di filetto a fette spesse circa 1 cm e posizionatele sopra l’insalata.

Completate con abbondante olio al basilico, un pizzico di sale e servite subito accompagnando con il pane pita diviso a spicchi e leggermente riscaldato (nel microonde per 1 minuto a 600W, in padella per 2 minuti o in forno a 180° per 5 minuti). 

Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!