Dolci

La domenica del villaggio e gli scones

“Beati voi che vivete in questi paesini. La notte si dorme che è una meraviglia, non fa mai caldo come in città e ci sono pochi rumori. Io dormo bene solamente qui…”
Può essere anche vero, ma poi ci sono le eccezioni. E queste eccezioni si chiamano le campane suonate da Don Pompeo alle 7.00 della domenica mattina che fanno tremare le pareti della camera da letto e le manifestazioni paesane dalle quali la via di casa mia non viene mai risparmiata…
 
Al paesetto infatti la domenica mattina alle 7.30 vedono bene di iniziare a fare i preparativi per la mostra-raduno delle auto d’epoca, un’ iniziativa organizzata all’ultimo minuto giusto per far concorrenza al paesino vicino dove si svolge la Fiera di Merci e Bestiame(poi mi spiegheranno perché continuano a chiamarla così nel 2011, quando più che merci e bestiame ci sono cineserie e affini…). Essendo un evento organizzato all’ultimo minuto, la gente ne sa poco e nulla e vista l’abitudine tutta italiana(di me compresa, ma in questo caso per fortuna che c’è la cavia, che per queste cose è preciso) di non leggere i divieti di sosta, nessuno ne saprà nulla fino al mattino seguente, quando all’alba due vigili muniti di fischietto strombazzano lungo tutta la via per incoraggiare i cittadini ad alzarsi e a scendere per  spostare le auto parcheggiate in divieto…Purtroppo poi fa ancora caldo(anzi il caldo afoso di questi giorni fa concorrenza a quello di fine agosto) e si dorme con le finestre aperte…Quindi ieri nonostante non fossi nel torto, oltre ai fischietti impazziti, sono stata anche svegliata da una bella scampanellata dei vigili che volevano sapere se il Mercedes sotto fosse mio o_O!!!
Il prossimo anno mi attrezzerò meglio: tappi per le orecchie, finestre chiuse grazie al ventilatore davanti al letto e scollegamento del campanello dalla corrente e state certi che per pensare a tutte queste cose mi dimenticherò di spostare l’auto con conseguente rimozione forzata del carro attrezzi…
 
Intanto quest’anno la dormita è stata rovinata…E quindi come impiegare il tempo fino alle 10.00 ora in cui di solito si alza la cavia che nonostante il trambusto ronfava ancora alla grande e si è accorto di poco o nulla?! Ho pulito un po’ la casa e poi ero giusto in tempo per preparare un dolcino per colazione, che doveva essere pronto per quando la cavia si sarebbe degnato di alzarsi…
Mi metto all’opera e velocemente ho preparato questo favolosi scones che avevo visto in questo sito
 
Mi avevano incuriosita per l’assenza di uova e la presenza della panna acida e di poco burro cosa che negli scones classici, a mio avviso, si avverte un po’ tantino.
 
Li ho fatti e cosa vi posso dire? Che il mio fiuto non aveva sbagliato: sono morbidi, poco dolci e perfetti se mangiati tiepidi per la colazione o per accompagnare una fumante tazza di te alle 5. 
Se farciti con poco burro e una marmellatina delicata e senza pezzi di frutta(che eviterei per la presenza dei mirtilli all’interno dei dolcetti stessi) potrebbero anche far prendere una piega diversa ad una giornata che magari non era iniziata proprio bene ;-)…
 
Vi trascrivo la ricetta e se a casa non siete in molti vi consiglio di fare metà dose per il semplice motivo che ci vuole pochissimo a prepararli e a mio avviso sono ottimi se preparati sul momento o al massimo il giorno prima.
 
Scones con mirtilli e panna acida
Ingredienti per 12 scones dal diametro di 6 cm

 

  • 400 gr di farina 00 +  q.b. per la spianatoia
  • 200 gr di panna acida
  • 100 gr di mirtilli freschi
  • 60 gr di zucchero semolato
  • 50 gr di burro
  • 10 gr di lievito per dolci
Per spennellare

 

  • 1 tuorlo
  • 2 cucchiai di latte

Procedimento 

Preriscaldare il forno a 200°.
Setacciare la farina sulla spianatoia con il lievito.
Fare la fontana e versare al centro la panna acida e lo zucchero. Mescolare brevemente con una forchetta, aggiungere i mirtilli lavati e delicatamente asciugati, il burro ammorbidito e impastare brevemente e con poco forza per non distruggere tutti i mirtilli(un po’ sarà inevitabile che non si rompano, contribuendo così ad idratare il composto e a richiedere l’aggiunta di poca farina). Stendere delicatamente il composto con un matterello allo spessore di 2 cm e con un coppapasta ricavare dei cerchi(reimpastare il composto avanzato dai tagli e ricavare ancora cerchi, fino all’esaurimento dell’impasto).
Sbattere il tuorlo con il latte e spennellare la superficie degli scones con questo composto. Sistemarli su una leccarda coperta di carta da forno e infornare per 15-20 minuti o finchè saranno dorati in superficie. Sfornare, lasciar intiepidire e servire subito.
 
 
E visto che dopo la lauta colazione con gli scones, mi sono lasciata convincere dalla cavia di andare  a vedere la manifestazione, ecco qualche scatto fatto ai bolidi :-)…

 

 

Categorie: Dolci, Ricette

Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!

  1. sulemaniche Settembre 5, 2011 at 6:02 am - Reply

    che golosi…evviva la sveglia presto allora!

  2. Milen@ Settembre 5, 2011 at 6:04 am - Reply

    Chissà perché tutti fuggono dai paesini, ma li descrivono sempre come oasi di piacere e vita tranquilla!
    Sgrunt!
    Io preferisco non pronunciarmi: dico solo che da quando hanno aperto la yogurteria, non ho più pace sino all’una e ti lascio immaginare …..
    Purtroppo però io quando dormo poco non ho la tua stessa lena e sono poco produttiva!
    Questa ricetta leggera mi affascina tanto 😀
    Forse dico un’eresia (non li ho mai fatti), ma secondo te si possono preparare in anticipo e far riposare in frigo, per sfornarli quando si desidera?

  3. Federica Settembre 5, 2011 at 6:16 am - Reply

    In questo periodo pagherei oro per essere svegliata dalle compane di don Pompeo anche alle 7.00 di domenica mattina. Sono 3 settimane che sbarro gli occhi alle 6.00 e non riesco più a dormire! però riconsoceo che è affatto piacevole e quella dei tappi sarebbe un’ottima soluzione 🙂 Ma non sarà stato un complotto della cavia nella speranza di trovare questo po’ po’ di colazione al risveglio? Non ho mai assaggiato gli scones ma i tuoi “panettoncini” (mamma quanto sono alti!) mi mettono una certa curiosità. Tiepidi con burro e marmellata devono essere libidinosi ^__^ Un bacione, buona settimana

    P.S. mitica la 500 station wagon della prima foto 🙂
    P.P.S. grande e bello il mercatino di Arezzo ma davvero poco accessibile!!! Mi sa che era meglio Perugia!!!

  4. Marina Settembre 5, 2011 at 6:23 am - Reply

    Abbiamo tutte e due pensato alle nostre colazioni, certo la tua è davvero golosa! Gli scones li ho fatti una volta e non mi sono assolutamente venuti, proverò la tua ricetta senza uova!
    Tra tutti i rumori dei paesini sono le campane quelle che mi fanno impazzire, non essendoci abituata faccio dei balzi nel letto che non ti dico 😉 roba da infarto!
    Buona giornata Saretta

  5. Mary Settembre 5, 2011 at 6:28 am - Reply

    belle foto delle auto, buono i scones.

  6. Cranberry Settembre 5, 2011 at 7:17 am - Reply

    che strano dolcetti!!!le foto delle macchine invece sono carinissime! La prossima volta però usate i tappi per le orecchie…o dite al parroco di rimettere l’orario, che la sveglia alle 7 è davvero rpesto!!

  7. Greta Settembre 5, 2011 at 7:45 am - Reply

    E’ capitato anche a me di essere catapultata dal letto con le chiavi in mano e le ciabatte di Betty Boop per spoastare la macchina…solo che io cercavo di aprire una macchina non mia! Buonissimi questi scones…proprio buoni!! Un bacione ciao

  8. Lady Settembre 5, 2011 at 7:50 am - Reply

    he he he.. in effetti non deve essere piacevole!
    cmq gli scones sono una meraviglia, complimenti!!
    Vieni a dare un’occhiata al mio blog? ho indetto una raccolta di ricette per Halloween a base di zucca e affini.. mi farebbe piacere se tu partecipassi!
    http://nonna-papera.blogspot.com/2011/09/raccolta-ricette-halloween-2011-si-lo.html#links
    Paola

  9. elisabetta (elli erre photography) Settembre 5, 2011 at 8:14 am - Reply

    Wow..devono essere proprio buoni!! 🙂
    bellissime le foto!!

  10. Il Gamberetto Settembre 5, 2011 at 8:39 am - Reply

    Se la sveglia quasi all’alba produce questi effetti… ahahah…
    Complimenti sono proprio belli e sicuramente buoni!!
    Anch’io quando sono stata dai “quasi-suoceri” sono stata svegliata dalla banda del paese, più di una volta, che suonava e poi citofonava per l’offerta.
    Grrrrr…
    Un bacio
    Eli

  11. pips Settembre 5, 2011 at 8:40 am - Reply

    davvero? Questa è nuova… io ho fatto due volte gli scones ma c’era poco burro… allora non erano originali, ma molto buoni :))) Comunque, vedo che hai già pensato bene a tutto per l’anno prossimo: don Pompeo non te la farà un’altra volta hihihhi :))

  12. silvia Settembre 5, 2011 at 8:43 am - Reply

    Sarettaaaa!!!!Sai che sono passata dalle tue parti???ma ero in autostrada….!!! Mi fai sempre ridere!!! i tuoi post sono strepitosi!!!
    Baciotto

  13. Tery Settembre 5, 2011 at 9:02 am - Reply

    Ciao Saretta, sai che non ho mai fatto gli scones???
    Potrei approfittare in queste mattine che mi alzo presto per portare il cane a passeggio :))
    La tua descrizione mi ha messo proprio la voglia di provarli!

    un bacione e buona settimana!

  14. Simo Settembre 5, 2011 at 9:15 am - Reply

    Che scoones meravigliosi! Fanno davvero venir voglia di allungare la mano e pigliarne uno…

  15. Tamara Settembre 5, 2011 at 9:18 am - Reply

    belissimi i scones, le foto e la marmelata!!dove e la ricetta??

  16. giulia Settembre 5, 2011 at 1:21 pm - Reply

    Mamma mia, mi hai messo una fame con questi scones!!
    Ciao, sono una nuova followerw da oggi ti seguo molto volentieri..hai un blog bellissimo!! Se ti va di passare da me, mi farebbe molto piacere!! ciao, alla prossima:))

  17. amichecuoche Settembre 5, 2011 at 1:45 pm - Reply

    che buoni, davvero invitanti!

  18. lucy Settembre 5, 2011 at 8:34 pm - Reply

    le ho fatte vederea sam che impazzisce per le auto.dai la cavia penso proprio che sia stata poi molto contenta!!!

  19. elenuccia Settembre 5, 2011 at 8:53 pm - Reply

    Io sono come la tua cavia….non mi sveglia neanche un cannone 🙂 moooooolto comodo!!

    Però l’alzata mattutina ha avuto un seguito favoloso con questi scones….sono veramente favolosi, me ne sono innamorata follemente. Devo farli assolutamente!!!

  20. Ilaria Settembre 5, 2011 at 8:55 pm - Reply

    Ma che splendidio risveglio deve essere stato per la cavia…

  21. valentina brida Settembre 6, 2011 at 7:10 am - Reply

    hahahaha sto immaginando le campane alle 7:30 della domenica….brrr mi vengono i brividi…. però il tempo è stato impiegato bene, mi piacciono i tuoi scones con poco burro….. 🙂

  22. Commis Settembre 6, 2011 at 10:25 am - Reply

    Non ho mai provato gli scones, non so perchè.. certo che queste foto sono invitanti! Ma toglimi una curiosità.. mi dicevi che una volta non hai trovato nemmeno lo yogurt bianco al super.. dove hai trovato la panna acida?? Homemade? 🙂

  23. saretta m. Settembre 6, 2011 at 6:08 pm - Reply

    Al solito un GRAZIE ENORME E COLLETTIVO per i vostri commenti, che è sempre un grande piacere leggere ;-)!

    @milen@. Hai tutta la mia solidarietà…Quanto alla domanda da un milione di dollari non so proprio cosa dirti…Ti direi di si però l’unica mia paura è che poi magari il lievito perde un pò della sua funzionalità dopo il riposo in frigo…Anche perchè il riposo non è proprio previsto…Tu che dici?

    @fede. Sai che la 500 è quella che mi ha spinta a scendere, dopo averla vista dalla finestra?! Cmq del discorso mercatini ti dico che secondo me quello di Pissignano merita più di tutti…Io ci faccio un serio pensierino 🙂

    @tamara. Cara la marmellata, ehm ecco non l’ho fatta io…Se ti interessa è quella alle Prugnole Selvatiche di Rigoni di Asiago…

    @lucy. E Sam?! Ma sai che c’era anche una Lamborghini della Polizia?! Se vedeva quella, impazziva!

    @commis. Tesoro oltre al negoziaccio sotto casa, per fortuna nel raggio di 20 km ho qualche super più fornito e la panna acida la trovo spesso…L’ho acquistata anche oggi :-)!

  24. Gio Settembre 6, 2011 at 7:25 pm - Reply

    eh eh eh mi hai ricordato quando dormivo delle mie cugine in un paesino qui vicino e alle 6 si sentiva l’ave maria dalla chiesa accanto!
    ottimi gli scones e belle le foto 🙂

  25. Letiziando Settembre 6, 2011 at 9:28 pm - Reply

    Pensa cho ho sognato gli scones ieri notte, ma non erano belli come i tuoi…. superbi i “bolidi” immortalati 😉

  26. viola Settembre 6, 2011 at 10:33 pm - Reply

    ma quanto è fortunata la cavia? ma ne è consapevole almeno????? Speriamo di si, sennò dammi il numero che glielo spiego io 😉
    Ciao Sarettaaaaaaaaa!!!!!! che bello ritrovarti! Com’è andata l’estate? Sei stata un pò fermina?:-)
    Un bacione e a presto
    smack

  27. C&G Settembre 7, 2011 at 8:22 am - Reply

    belli belli e sicuramente buoni. queste domeniche così ricdano proprio i weekend di fine estate, mi piace. Giorgia & Cyril

  28. marifra79 Settembre 7, 2011 at 9:53 am - Reply

    Oddio li voglio!! Ma quanto sono belli!!!! Basta, segno la ricetta e li provo questo fine settimana…. un abbraccio e buonissima giornata

  29. Cinzia Settembre 7, 2011 at 10:56 pm - Reply

    brava Saretta, che se le campane hanno questi effetti collaterali, benedette siano (ahahahhh!)!
    E bellissime anche le auto, a me piacciono tanto

  30. saretta m. Settembre 8, 2011 at 6:21 am - Reply

    Ragazze Grazie!!! Felice che anche le foto delle macchine vi siano piaciute. Se provate gli scones fatemi sapere come è andata e se vi sono piaciuti!!!

    @gio. L’ave Maria?! Anche peggio delle campane a mio avviso ;-)!

    @viola. Violetta tutto bene! Mi sono fermata per due settimane con il blog e ho ripreso i contatti con il mondo reale :-)! Però ferma proprio lo sai che non riuscirò mai a starci ;-)))! A prestissimo!

  31. Commis Settembre 8, 2011 at 11:27 am - Reply

    Per fortuna che ci sono i super iper-forniti!!! io la panna acida in realtà non l’ho mai trovata.. Ma ho letto da qualche parte (ovviamente non ricordo dove!) che si può fare in casa..