Antipasti

Vellutata di piselli, zucchine e basilico [e il workout ad alta intensità di Giulia]

[Post in collaborazione con Giulia M.]

La vellutata di zucchine, piselli al profumo di basilico è una ricetta semplice da realizzare ed è perfetta anche per chi segue una dieta vegetariana. Il suo sapore è delicato e intenso grazie alla presenza del basilico ed è un piatto perfetto sia in primavera che in estate quando potreste decidere di gustarla anche fredda.
Per realizzarla ho utilizzato verdure biologiche e il basilico è quello DOP di Prà che qui in Liguria è uno degli ingredienti principi per il profumatissimo pesto.
Nella lista degli ingredienti non compaiono né patate né panna e vi assicuro che il risultato è comunque una zuppa cremosissima e con un gusto davvero sorprendente. Per renderla più ricca sia da un punto di vista gustativo che nutrizionale aggiungete la feta sbriciolata, i semi misti e non dimenticate una bella grattugiata finale di scorza di limone che dona al piatto tantissima freschezza. Potete infine decidere di servirla accompagnando con crostini di pane tostato oppure con un trancio di salmone fresco cotto in forno a 180° per 10 minuti e insaporito con poco sale.
Di seguito trovate la ricetta che è perfetta anche per Giulia che ha deciso di realizzarla per la cena dopo un workout ad alta intensità. Scorrete in basso per scoprire di cosa si tratta!

Vellutata di piselli, zucchine e basilico
Ingredienti per 4 persone
650 g di zucchine
500 ml di brodo vegetale
250 g di piselli novelli surgelati
250 ml di acqua calda
100 g di feta
20 g di foglie di basilico fresco DOP di Prà
4 cucchiai di semi misti per insalate
3 spicchi di aglio
3 cucchiai di olio evo
scorza di 1 limone biologico
1 cucchiaino di sale fino
pepe nero macinato al momento

Procedimento
Iniziate la preparazione della vellutata con piselli, zucchine e basilico lavando le zucchine e spuntandole alle estremità. Asciugatele e tagliatele a fette spesse 1cm. Lavate delicatamente le foglie di basilico e tamponatele con carta assorbente.
In una casseruola antiaderente versate l’olio e aggiungete gli spicchi di aglio sbucciati ma interi. Fate soffriggere per un paio di minuti quindi aggiungete le zucchine, il sale e una bella macinata di pepe. Fate rosolare per 5 minuti mescolando spesso. Versate ora il brodo vegetale e l’acqua, portate a bollore e fate cuocere su fuoco a fiamma alta per circa 10 minuti o fino a che le zucchine non risulteranno morbide. Trascorso questo tempo aggiungete nella casseruola anche i piselli e dalla ripresa del bollore fate cuocere ancora 3 minuti. Aggiungete il basilico, mescolate bene e allontanate la casseruola dal fuoco. Con un mixer ad immersione frullate la vellutata (se volete prima di frullare eliminate gli spicchi di aglio). Distribuite la vellutata nelle ciotole, completate con la feta sbriciolata, i semi misti e una generosa grattugiata di scorza del limone. Servite subito accompagnando con crostini di pane tostati. La vellutata di piselli, zucchine e basilico può essere conservata in frigo per un massimo di 3 giorni.

[Giulia]

Il momento della giornata che preferisco – ovviamente dopo la mia morning routine – è la sera dopo il lavoro quando mi alleno. Credo che non ci sia modo migliore per scaricarsi dallo stress e dalle tensioni accumulate durante la giornata. Impagabile il rilassamento e il benessere che una intensa sessione di allenamento regala. Non tutti saranno d’accordo chiaramente ma provare per credere! ?

Eh sì, da sostenitrice dello sport quale sono, consiglio davvero a tutti di mettersi alla prova, anche ai più pigri, perché stavolta davvero non ci sono scuse! Per fare questo allenamento sono necessari infatti davvero pochi minuti. Bastano anche 15 o 20 minuti al giorno per mantenersi in forma perché con il workout che propongo si vanno ad unire cardio e resistenza insieme. Mi raccomando però costanza!

Il workout di oggi si compone di tre sessioni che si possono anche eseguire separatamente allungando o accorciando la durata di ciascuna. Io, da stacanovista quale sono ?, le ho unite tutte in un unico allenamento.

Se vi va di provare iniziate con un AMRAP, acronimo che sta per As Many Reps/ Rounds As Possible. Ciò significa che devono essere eseguiti una serie di esercizi in un arco di tempo stabilito in modo continuativo senza momenti di recupero. Si tratta non a caso di un High Intensity Interval Training (HIIT).

Dopo qualche minuto di riscaldamento per attivare muscoli e cuore, si parte quindi con questa prima sessione di 7 minuti dove si eseguono 4 esercizi ad alta intensità ciascuno per un determinato numero di volte. Il circuito va ripetuto ovviamente senza pause. Allo scadere dei 7 minuti, dopo una fase di recupero di 1 minuto e mezzo, ci concentriamo sulla seconda parte che è un POWER HIIT. Questo è un allenamento fantastico e super efficace perché tonifica i muscoli e consente di bruciare grassi. Questa sessione dura 20 minuti e prevede un circuito di 9 esercizi ognuno dei quali va eseguito per 40” seguito da 20” di recupero. Finito il primo circuito 2 minuti di recupero prendeteveli pure (ma non di più mi raccomando ?) perché poi dovete cominciare con il secondo giro ??.

La terza e ultima parte dell’allenamento è tutta concentrata sull’addome. Il circuito si compone di 8 esercizi da eseguire sempre con la stessa cadenza quindi 40” di lavoro e 20” di recupero, tutto ripetuto per 3 volte. Vi assicuro che è un allenamento formidabile sotto ogni punto di vista, anche psicologico. Ci vuole infatti concentrazione e forza di volontà per allenare la testa ad affrontare uno sforzo lungo e prolungato.

Questo workout consente inoltre di bruciare davvero un sacco di calorie quindi non resta che provare ? Dopo un lavoro così intenso però è d’obbligo una cena ad hoc e Sara sa darmi sempre l’idea giusta per un piatto sano e ricco di gusto!

Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!