Dolci

Torta di mele leggerissima senza burro con acqua e albumi [e la morning routine di Giulia]

[Post in collaborazione con Giulia M.]

L’ennesima ricetta per fare la torta di mele: ce n’era veramente bisogno? Si, perché nonostante io ne abbia provate moltissime posso dire che questa per me sarà quella definitiva perché è squisita e anche leggerissima in quanto fatta senza tuorli e senza burro.

La torta di mele senza burro con acqua e albumi è una di quelle ricette che ho appena scoperto e che ripeterò all’infinito ovvero ogni volta che avrò voglia di qualcosa di buono e leggero per la prima colazione (o per la merenda) o quando sarò alle prese con un esubero di mele golden. Un altro movente potranno essere, come questa volta, anche gli albumi avanzati. Dopo aver fatto le creme per la zuppa inglese effettivamente ne avevo svariati da riciclare.

Di seguito trovate la mia ricetta che è perfetta anche per Giulia che ha deciso di inserirla a colazione dopo una sessione di sport mattutino. Scorrete in basso per scoprire quale :)!

Torta di mele leggerissima senza burro con acqua e albumi
Ingredienti per una tortiera ø 24 cm
250 g di farina 00
150 g di zucchero semolato
150 g di albumi (circa 5 albumi di uova medie)*
120 ml di acqua
120 g di olio di semi di girasole
16 g di lievito per dolci
5 mele golden (da 150 g ciascuna)
2 cucchiai di zucchero di canna
buccia grattugiata di 1 limone bio

per spolverizzare
zucchero a velo q.b.

Procedimento
Iniziate la preparazione della torta di mele senza burro con acqua e albumi versando l’acqua e lo zucchero semolato all’interno di una ciotola. Aggiungete anche l’olio di semi e la scorza grattugiata del limone e mescolate bene. Versate gli albumi in una ciotola e montateli a neve ben ferma.

Preriscaldate il forno a 180° in modalità statica e posizionate la griglia al centro del forno. Sbucciate le mele, eliminate il torsolo, e tagliatele a fettine sottili. Setacciate la farina con il lievito versateli a pioggia nel composto a base di acqua e olio. Quando il tutto sarà ben amalgamato aggiungete anche gli albumi montati a neve e incorporateli al composto aiutandovi con una spatola e con delicati movimenti movimenti dal basso verso l’alto. Aggiungete infine circa 250 g di mele tagliate a fettine e mescolate. Rivestite con carta da forno uno stampo da torta con cerniera. Versate all’interno il composto, livellate la superficie con una spatola, decorate con le restanti mele e distribuite in superficie lo zucchero di canna.

Infornate la torta di mele senza burro con albumi e fatela cuocere per circa 45 minuti. Quando sarà cotta (fate la prova infilzando uno stuzzicadenti che dovrà fuoriuscire asciutto) azionate il grill del forno e fatela dorare in superficie per 2/3 minuti (fate molta attenzione a rispettare questa tempistica per non bruciare la torta). Sfornate, lasciatela raffreddare completamente, sformatela e spolverizzate con zucchero a velo prima di servire.

[Giulia]

Per molti sarà solamente un modo di dire in voga o che capita di leggere o sentire molto spesso in rete, sui social, tra gli influencer. Per me invece la morning routine (ovvero come cambiare vita prima di fare colazione) è diventata un’abitudine che è parte della mia giornata e di cui non posso più fare a meno. La routine della mattina rappresenta infatti tutte le cose che si fanno appena svegli ed è una fase che davvero può influenzare tutta la giornata, positivamente o negativamente. Svegliarsi la mattina e catapultarsi frettolosamente nel tram tram quotidiano diretti al lavoro può risultare estremamente stressante e faticoso quindi credo che prendersi del tempo per se stessi, per il proprio benessere fisico e mentale, non può che aiutarci a vivere meglio la giornata nel rispetto di noi stessi.
Ci vuole del tempo per trovare la propria routine mattutina e capire cosa sia più adatto a noi. Io l’ho trovata e ovviamente nella mia morning routine non può mancare una buona dose di attività fisica. Amo alzarmi presto e prendermi del tempo per me stessa. Ogni mattina infatti, prima di ogni altra cosa, mi preparo per la mia sessione di yoga ??‍♀. Vi assicuro che non è quella disciplina “soft” che molti pensano, ma è un’attività fisica che rafforza e tonifica i muscoli lavorando sull’equilibrio e sulla forza.

L’Ashtanga yoga è la pratica che più svolgo perché è una disciplina che richiede un allenamento rigoroso ed intenso per arrivare alla fluidità dei movimenti ed è quindi molto impegnativo dal punto di vista fisico. Per praticarlo correttamente occorre una buona preparazione fisica di partenza ed essendo uno stile di allenamento molto dinamico ?? implica delle sequenze di posizioni (Asana) in movimento che fanno aumentare la sudorazione e portano i battiti cardiaci alla soglia aerobica facendo bruciare più calorie. La pratica di questa disciplina è quindi molto utile anche a livello cardiovascolare. 

La mia pratica dura circa 40 minuti ma ovviamente può variare a seconda della preparazione o del tempo che ciascuno riesce a ricavarsi. Vero è che sono un’autodidatta e mi documento molto su quello che trovo in rete e non solo. Sul web si trovano un mare di video lezioni, tutorial, app che si possono utilizzare. Terminata la pratica io mi sento rigenerata e carica per affrontare la giornata. Dopo l’allenamento e una bella doccia, nella mia routine non può ovviamente mancare la colazione, il mio pasto preferito! Per questo Sara sa sempre ingegnarsi e darmi consigli per ricette buonissime e super healthy, adatte anche agli sportivi e a chi ha sempre un occhio alla linea ? .

Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!