Primi

Al contadino non far sapere…

…quanto è buono il cacio con le pere!
Questo proverbio devo dire che calza a pennello con la ricetta che sto per presentarvi.
Qualche giorno fa sul web ho visto questo bellissimo concorso organizzato da Garofalo, lo storico pastificio di Gragnano. Per partecipare era necessario preparare un primo che rispondesse al tema “cibo+territorio” affrontandolo in maniera alternativa.
Da Laziale DOC quale sono, ho pensato ai vari primi della nostra regione cercando di capire come potessero essere rivisitati lasciando però intatte le loro radici. Dopo varie opzioni scartate ho optato per gli “Spaghetti Cacio e Pepe”, che ho fatto diventare spaghetti “Spaghetti Cacio e Pere”, presentandoli in chiave abbastanza moderna. Sono stati assaggiati da più cavie e tutte hanno alzato il pollice verso l’alto.
A questo punto non mi resta che lasciarvi la ricetta e invitarvi a provare.

DSC03709

SPAGHETTI “CACIO E PERE” IN CESTINI DI PARMIGIANO 
Ingredienti Per 4 persone
– 320 gr di Spaghetti Garofalo n°9
– 200 gr di Pecorino Romano DOP non stagionato
– 2 Pere Williams
– Erbe Miste Tritate(Timo, Basilico, Prezzemolo)
– Mollica di 2 fette di Pane Casereccio
– Olio E.V.O.
– 200 gr di Parmigiano Reggiano(per i cestini)

Preparare i cestini. 
Prendere una padella antiaderente del diametro di almeno 25 cm e metterla sul fuoco. Quando è calda versarvi il parmigiano grattugiato fino a coprire tutto il fondo e a formare uno strato uniforme. Il parmigiano comincerà a fondere e diventerà dorato. A quel punto, togliere la padella dalla fiamma e con l’ausilio di una spatola piatta staccarlo delicatamente dal fondo, toglierlo dalla padella, posizionarlo su una ciotola rovesciata e premere delicatamente con le mani per dargli la forma desiderata (svolgere questa operazione molto velocemente altrimenti poi il parmigiano intiepidisce, solidifica e sarò impossibile modellarlo). Proseguire così per gli altri tre cestini.
Praparazione del piatto 
In un cutter mettere la mollica del pane e tritarla.
Metterla in una padella antiaderente con il trito di erbe e farla asciugare e tostare a fiamma bassa. Tenere da parte.
Lavare le pere. Tagliarle a fettine sottili(senza togliere la buccia) e farle saltare in padella con l’olio a fiamma vivace finche’ non siano dorate e croccanti. Tenerle al caldo nella padella, togliendone qualcuna per decorare i piatti.
Portare a bollore l’acqua. Quando bolle salare e versare la pasta. In un pentolino a parte mettere il pecorino grattugiato, aggiungere due mestoli dell’acqua di cottura della pasta, ricca di amido e far stemperare al fine di ottenere una crema.
Togliere la pasta quando è ancora al dente(serbando l’acqua di cottura) e farla saltare nella padella con le pere. Togliere dal fuoco e versarvi velocemente il pecorino ridotto a crema e mantecare aggiungendo se necessario ulteriore acqua di cottura della pasta(se al contrario dovesse risultare troppo acquosa aggiungere ulteriore pecorino grattugiato). Cospargere infine con le molliche aromatiche croccanti. Mettere la pasta in ciascun cestino di parmigiano, decorare ciascun piatto con le fettine di pere tenute precedentemente da parte, posizionare il cestino con gli spaghetti e servire.

Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!

  1. Elisina Ottobre 2, 2010 at 1:03 pm - Reply

    assolutamente fanstaci…quasi quasi stasera li provo! grazie per l’idea

  2. Greta Ottobre 2, 2010 at 1:12 pm - Reply

    Altro che pesti…bravissima!! 🙂

  3. saretta m. Ottobre 2, 2010 at 2:54 pm - Reply

    @elisina…Grazie a te per essere passata. Sono anche molto veloci da preparare. Se li fai fammi sapere. Un bacione
    @greta…Grazie mille…baci

  4. SUNFLOWERS8 Ottobre 2, 2010 at 4:11 pm - Reply

    Mi sto’ leccando i baffi ^_^

  5. Magda Ottobre 2, 2010 at 7:27 pm - Reply

    Accidenti Sara! Che buona questa ricetta! Anch’io adoro questo abbinamento 😛 ! Un pò di tempo fa avevo proposto una sfoglia salata con pere e formaggio..ma la tua idea la batte di gran lunga…Brava!!!!

  6. saretta m. Ottobre 2, 2010 at 10:26 pm - Reply

    @sonia…Fai bene perchè a detta di tutti erano buonissimi…Bacioni
    @magda…Sicuramente anche la tua sfoglia era meritava…Comunque sono felice che la mia ricetta ti piaccia…Se devo essere sincera sono rimasta abbastanza soddisfatta anche io…Un bacione

  7. Letiziando Ottobre 3, 2010 at 3:12 pm - Reply

    Ma qui si svetta cara saretta: cestini di formaggio che contengono nidi di spaghetti con “cacio e pere caramellate”…tanti in bocca al lupo per il concorso garofalo (io compro sempre gli spaghetti, eliche e mafalde integrali, una bontà). Foto belle, continua così.
    Buona domenica.

  8. saretta m. Ottobre 3, 2010 at 3:30 pm - Reply

    @leti…grazie mille!!!Quei cestini sono stati una soddisfazione immensa…Avevo acquistato parecchio grana, tanto ero sicura che avrei dovuto fare svariati tentativi e invece non ci crederai, ma al primo colpo era perfetto…non puoi capire che felicità!!!Poi anche il piatto era molto buono ed equilibrato…Speriamo bene, dai…Un bacione e buona domenica anche a te…

  9. Cecilietta Ottobre 3, 2010 at 4:31 pm - Reply

    Buoni buoni buoni!!!!!Bravissima…devo rifarli al più presto!!!

  10. viola Ottobre 3, 2010 at 6:42 pm - Reply

    Sembrano stupendi…
    Bravissima, una bellissima idea.
    Ciao e a presto

  11. saretta m. Ottobre 3, 2010 at 7:06 pm - Reply

    @cecilietta…Grazie, grazie, grazie ;-)—Se li fai fammi sapere come è andata…Un bacione
    @viola…grazie mille…Ad essere sincera sono rimasta contenta anche io di questo piatto…Un bacione

  12. Marzia Ottobre 5, 2010 at 11:57 am - Reply

    Complimenti per la ricetta…è davvero stupenda!! speriamo arrivino presto i risultati del concorso!! grazie di essere nostra follower 🙂
    Marzia

  13. saretta m. Ottobre 5, 2010 at 12:04 pm - Reply

    @marzia…Grazie mille! Speriamo bene dai…Penso comunque(almeno da quanto c’è scritto sul sito)che entro venerdì si saprà chi ha vinto…
    baci

  14. Marzia Ottobre 5, 2010 at 4:43 pm - Reply

    speriamo speriamo!! sarebbe un piacere conoscerti se rientriamo nelle 10 finaliste 🙂

  15. Lo Ziopiero Ottobre 8, 2010 at 9:54 am - Reply

    Ma che bell’idea la cialda!!!
    Complimenti anche per l’inventiva!!!
    Anche il nome suona bene!!!

    I sapori poi mi attirano.
    Replicherò e ti dirò

    :))

    Quanto al concorso…Tifo per te!!!!

  16. saretta m. Ottobre 8, 2010 at 10:19 am - Reply

    Grazie mille Zio Piero!!!La ricetta se hai modo provala e poi fammi sapere…E’ particolare e di sicuro gusto…Sono convinta che ti piacerà…Un abbraccio
    A presto

  17. terry982 Ottobre 8, 2010 at 8:25 pm - Reply

    Deve avere un sapore divino, speriamo bene per il concorso… complimenti per la ricetta e per la fotografia,, anche la presentazione del piatto è incantevole. Buona Serata. Terry

  18. saretta m. Ottobre 8, 2010 at 8:27 pm - Reply

    @terry…Grazie mille…Mi hanno appena comunicato che ho vinto!!!!!!!!!!Baci

  19. Lo Ziopiero Ottobre 9, 2010 at 6:53 am - Reply

    BRAVISSIMA!!!!

    Complimenti davvero!!!

    La ricetta l’avevo adocchiata come valida nonché simpatica e ironica nel titolo.

    Son veramente contento che anche la giuria abbia colto tutte queste caratteristiche e ti abbia premiato con la vittoria!

    :))))

    …e poi…sei de roma pure te, no? 😉

  20. saretta m. Ottobre 9, 2010 at 7:11 am - Reply

    Grazie mille!!!In effetti è stata una bella soddisfazione. Io sono della provincia di Viterbo. Conosci queste zone?

  21. Stefania Capati Ottobre 11, 2010 at 2:07 pm - Reply

    forza viterbo!!!!! ti ho portato fortuna!!!
    stefy ricettedelbuonumore.blogspot.com

  22. saretta m. Ottobre 11, 2010 at 2:21 pm - Reply

    @stefania…Grazie, è stata una bella soddisfazione. Un bacione

  23. Lo Ziopiero Ottobre 12, 2010 at 6:51 am - Reply

    Sara, intanto ti preannuncio che l’ho fatta ieri sera: DI-VI-NA!

    Poi, con calma, pubblicherò, anche da me.

    Ancora complimenti!

    :))

  24. saretta m. Ottobre 12, 2010 at 7:48 am - Reply

    Pfiuuuuù…Ho tirato un sospiro di sollievo…
    Sono strafelice che ti sia piaciuta!!!
    Aspetto di leggerti allora ;-)…
    Buona giornata!!!

  25. Lo Ziopiero Ottobre 30, 2010 at 7:08 pm - Reply

    Allora, l’ho anche provata con una punta di cannella e ti devo dire che ci sta molto bene. Pero’ deve piacere la cannella o comunque il contrasto. Io la cannella l’adoro….per cui…
    😉