Antipasti

Bruschette con insalata di uova e bacon croccante con Chardonnay Salento IGT

La nebbia. Anche a luglio. Ero già stata due volte nelle Langhe e in entrambi i casi i filari erano avvolti da un alone bianco impalpabile che non permetteva di vedere oltre i 2mt di distanza. Persino il pranzo, presso il ristorante che porta il nome di Belvedere, non era stato di buon auspicio…Questa volta invece ad ogni curva, con annessa piazzola di sosta, avrei voluto far fermare il nostro conducente per avere la possibilità di immortalare quel paesaggio da cartolina con vallate piene di filari (e castelli che svettano un po’ ovunque) e che è esattamente come nelle foto offerte dai risultati della ricerca su google immagini.

Sarebbero stati due giorni intensi, lo immaginavo, ma non credevo che sarebbero trascorsi così velocemente. Mi sono sentita privilegiata quando girando la chiave nella toppa e aprendo la porta dell’appartamento ho capito che sì, esistono posti da sogno ed io ero esattamente in uno di questi (qbapartaments – segnatevi questo nome e non provate ad obiettare che non ve l’avevo detto).image

Sul divano una sorpresa (come se già la sistemazione non fosse stata abbastanza) e il programma dettagliato di quelle 48ore duranti le quali avrei conosciuto da vicino un’azienda storica, i suoi vini e il territorio nella quale è nata passando per degustazioni, analisi sensoriali, ore trascorse in cucina, tramonti mozzafiato e visite culturali.

Il tutto è iniziato con un pranzo a base di pietanze tipiche piemontesi nel ristorante adiacente lo spaccio aziendale al quale è seguito un giro in cantina tra enormi serbatoi in acciaio per lo stoccaggio dei vini a temperatura controllata. Chissà se il signor Giordano, quando tanti anni fa aveva avviato l’attività vendendo i suoi vini direttamente ai consumatori rintracciati per corrispondenza o attraverso le vendite telefoniche aveva immaginato che sarebbe arrivato a produrre più di 27 milioni di bottiglie in un anno grazie alle uve di vigneti locali e di un secondo stabilimento produttivo in Puglia (nel quale nascono i vini Negramaro e Primitivo)…?!

dscf4918

Emozionante il giro in barricaia, con le botti in rovere francese e americano all’interno delle quali il vino respira, assume carattere e si tinge di una tonalità più vivace. A seguire, nella stanza professionale guidati da un enologo e un sommelier, abbiamo degustato 4 vini andando oltre i profumi e le sensazioni cercando di immaginare il momento perfetto nel quale avremmo bere ciascuno di essi (aperitivo, pranzo di famiglia o calice da bere di fronte ad un caminetto accesso).

dscf5022

dscf5078

Cambio d’abito, grembiule indosso, svariate ore nella cucina di un ristorante (con vista) e la #GiordanoSocialDinner era servita. Si, abbiamo cucinato proprio noi blogger portando (letteralmente) a tavola (splendidamente allestita da Simona) 5 portate una più golosa dell’altra.

dscf5295-2

dscf5122

dscf5150

dscf5171

dscf5176

dscf5203
Cosa si mangia con 6 foodblogger in cucina e cosa si beve con due wineblogger (Chiara e Gabriele) in sala?

Bruschette con insalata di uova e bacon croccante
(vino in abbinamento: Chardonnay Salento IGT 2015 Bio)
Ingredienti per 4 persone
6 uova sode tagliate a pezzi
45 g di maionese
2 cucchiai di yogurt greco
1 gambo di sedano sminuzzato
3 cetriolini sott’aceto sminuzzati
1 cucchiaio di capperi sott’aceto tritati
1 cucchiaio di senape di Digione
2 cipollotti sminuzzati
4 fette di bacon
4 fette di pane tostato
3 ravanelli tagliati a fettine sottili
1/2 avocado tagliato a fettine sottili
foglioline di rucola

Procedimento
1 In una ciotola unite le uova con la maionese, la senape, lo yogurt, il sedano, i cetriolini, i capperi e il cipollotto. Mescolate delicatamente e aggiustate di sale.
2 In una padella antiaderente e senza aggiunta di grassi tostate il bacon fino a che non sarà dorato e croccante.
3 Tostate il pane e componete le bruschette iniziando con l’insalata di uova, proseguendo con l’avocado, i ravanelli, il bacon e la rucola. Servite subito.

Cestini di robioline alle erbe aromatiche e miele di Teresa – Prosecco Valdobbiadene Superiore DOCG 2015 Millesimato
Lasagne vegetariane con spinaci, ricotta salata e coriandolo – “Il Vinré” Sauvignon Langhe DOC 2015
Lasagne alla salsiccia, cipolla di Tropea e semi di finocchio di Germana  Barbera d’Alba DOC 2015
Polpette al profumo d’arancia e menta di Roberta e carote glassate di Valentina – Barbaresco DOCG 2013
Cremino Cheesecake di Valentina – Piemonte Moscato DOC 2015 / Barolo Chinato

dscf5336

dscf5349

dscf5378

dscf5397

Ottima musica, i giusti vini, tante risate e un’atmosfera famigliare. Il tutto senza fare troppo tardi perché l’indomani mattina con Carlo, Buk e Emy, saremmo andati in un pioppeto. Ma questa è un’altra storia e come tale merita un capitolo a parte…

dscf5390

Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!