Dolci

DUE TRADIZIONI IN UNO SWAP – PRESNIZ

Il mio post di oggi sarà totalmente dedicato alla simpaticissima iniziativa di Mara del blog Pan di Panna, alle quale ho partecipato con molto entusiasmo…Il regolamento prevedeva lo scambio con un’altra blogger anch’essa aderente all’iniziativa di una ricetta tipica, degli ingredienti per realizzarla, di un souvenir e di una cartolina della propria città.

Per questo scambio sono stata abbinata con Annalisa, una cara ragazza di Trieste.
Qualche giorno fa ho ricevuto il suo pacco, colmo di delizie locali per realizzare la ricetta misteriosa. Oltre a quelle c’era una bella cartolina, una simpatica e comoda borsa-souvenir e un barattolo di ottimo caffè Hausbrandt che per una patita del caffè come me(sono di quelle dei 4 caffè al giorno senza zucchero per non alterare il gusto) è stato veramente graditissimo :-)…

Prima di trovare il foglio della ricetta nel pacco, considerata la gran varietà degli ingredienti avevo intuito che si sarebbe trattato di qualcosa di dolce e particolarmente “ricco”…
La cara Annalisa mi ha infatti inviato gli ingredienti per realizzare il Presniz un dolce tipico triestino. Secondo alcuni la nascita di questo dolce, risalente al 1856, è collegata alla visita a Trieste della principessa Sissi. In onore della sua visita infatti, fu istituito un concorso fra i pasticcieri della città e il premio a lei intitolato fu assegnato a questo dolce che venne chiamato “Preis Prinzessin” che venne poi contratto dai triestini in Presniz(parola che deriva dallo sloveno e che significa fresco-crudo riferendosi all’impasto non lievitato che caratterizza questo dolce).
Dopo questi cenni storici-tradizionali vi trasmetto la ricetta di questa bontà, come l’ho ricevuta da Annalisa.

PRESNIZ

Per la sfoglia:
– 200 gr di Farina
– 150 gr di Ricotta
– 150 gr di Burro(a temperatura ambiente)
– un pizzico di sale
– succo di ½ limone
– 1 uovo
(in alternativa è possibile utilizzare 400 gr di pasta sfoglia pronta)

Per il ripieno:
(esistono diverse versioni molto simili tra loro)
– 100 gr di Noci sgusciate
– 100 gr di Mandorle a pezzi
– 150 gr di Zucchero Semolato
– 50 gr di Uvetta
– 1 bicchierino di Liquore all’Arancia
– 50 gr di Pinoli
– 2 bicchierini di Rum
– 50 gr di Cioccolato Fondente
– 7-8 Biscotti Secchi sbriciolati
– scorza di 1 Limone grattugiata
– 1 noce di Burro
– Cannella
– Noce Moscata

Preparazione
Come prima cosa si mette a rinvenire l’uvetta nei due bicchierini di rum, poi a bagnomaria si fa sciogliere il cioccolato con la noce di burro.

In una bacinella di uniscono, le mandorle, le noce, i pinoli, i biscotti tritati finemente. Si aggiunge poi il cioccolato, lo zucchero, l’uvetta strizzata, il liquore all’arancia, le spezie(ne basta la punta di un coltello), la scorza del limone e si mescola il tutto. Il composto non deve risultare troppo molle.
A questo punto si può accendere il forno a 180° e cominciare a preparare la sfoglia.Sulla spianatoia si fa la fontana con la farina e nel mezzo ci si mette il burro a pezzetti, il succo di limone, la ricotta e un pizzico di sale.
Si impasta il tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo che non si appiccica alle dita. Si prende un canovaccio e lo si spolverizza con la farina, si mette sopra l’impasto e lo si stende con l’aiuto con l’aiuto del matterello, stando attenti a non tirarlo troppo sottilmente.

Nel mezzo si mette il ripieno e con l’aiuto del canovaccio si comincia a rotolarlo, dando la forma di un salsicciotto.

Lo si spennella con il tuorlo d’uovo e lo si mette sulla placca da forno ricoperta con carta oleata e imburrata e si fa cuocere per circa 40 minuti.

Una volta cotto si lascia raffreddare e si serve a fette.
Inutile dirvi che questo dolce è buonissimo. Ieri lo abbiamo mangiato al termine del pranzo accompagnato dal caffè.
Allora Annalisa che mi dici? Cosa te ne pare?;-)

Categorie: Dolci, Ricette

Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!

  1. dolceamara Maggio 10, 2010 at 12:14 pm - Reply

    Bravissima, anche perché rotolarlo non è per nulla semplice, ne so qualcosa ;)!!! Sono davvero felice che ti sia piaciuto e di aver azzeccato col caffè.
    p.s. : i tozzetti stanno scomparendo in un batter d’occhio !!!

  2. saretta m. Maggio 10, 2010 at 12:42 pm - Reply

    grazie mille annalisa…ricevere i tuoi commenti mi rende oltremodo felice…per quanto riguarda il caffè ti giuro che c’hai preso in pieno… i tozzetti so che possono essere paragonati ad una droga…uno tira l’altro…cmq ti voglio dire un’ulteriore cosa…la ricetta che ti ho dato io dei tozzetti è quella tradizionale, ma se hai voglia di farli ancora più golosi devi mettere 100 gr in meno di nocciole e aggiungere 100 gr di cioccolato fondente a pezzettoni…sentirai che meraviglia…

  3. dolceamara Maggio 10, 2010 at 1:11 pm - Reply

    urka urka…spetta spetta che me lo segno!!! 😀

  4. dolceamara Maggio 10, 2010 at 1:27 pm - Reply

    Sara, scusa, ancora una cosa…ricordati di lasciare il link del tuo post a Mara nel posto dove abbiamo aderito all’iniziativa così lo pubblica .

  5. saretta m. Maggio 10, 2010 at 1:55 pm - Reply

    io il link lo avevo lasciato sotto il post nel quale erano state dichiarate le coppie…cmq ora lo metto anche nel post con l’adesione all’iniziativa…baci

  6. Mara Maggio 10, 2010 at 2:07 pm - Reply

    Saretta….. ma che bellezza!!!
    Il tuo è il secondo post dedicato allo swap e ti assicuro che ne sono orgogliosissima perchè mi fa scoprire cose nuove legate alle tradizioni.
    Grazie davvero di aver partecipato e aver reso possibile l’ento
    un bacione

  7. saretta m. Maggio 10, 2010 at 2:11 pm - Reply

    grazie mille Mara…sono stata molto felice anche io di aver partecipato a questa bellissima iniziativa…baci e buona giornata…

  8. Simo Maggio 11, 2010 at 7:31 pm - Reply

    Mamma mia che immensa golosità…buonissimo, adoro questo tipo di dolci!!!!!!!

  9. saretta m. Maggio 12, 2010 at 7:26 am - Reply

    Hai proprio ragione, questo dolce era veramente goloso… Utilizzo l’imperfetto in quanto non ne è rimasta nemmeno una briciola. Baci…

  10. Vicky Maggio 12, 2010 at 9:13 pm - Reply

    Dev’essere buonissimoooooo||

  11. emamama Maggio 13, 2010 at 2:13 pm - Reply

    mmmmmm…quanto deve deve essere buono..
    ci credo sia finito subito…
    bravissima Sara!!
    ciao,Enza

  12. saretta m. Maggio 13, 2010 at 8:15 pm - Reply

    @emamama e vicky…grazie ragazze…era veramente ghiotto…provate a farlo…si fatica un po’ ma ne vale veramente la pena…baci

  13. Nicol Maggio 15, 2010 at 8:07 am - Reply

    Anche io ho realizzato per lo swap una ricetta, almeno visivamente, simile. Complimenti, deve essere ottimo

  14. saretta m. Maggio 15, 2010 at 9:44 am - Reply

    @nicol…grazie per i complimenti…corro a vedere il tuo…cmq questa iniziativa mi e’piaciuta un sacco…un bacio