Dolci

Avanzi…in verrines 😉

Dalle mie parti(disagiate aggiungo io)al supermercato è difficilissimo trovare delle confezioni di panna fresca da montare da 250 ml. Trovi però sempre e ovunque, quelle da 500 ml che vengono commercializzate intelligentemente con un comodo tappo per la chiusura, ma che una volta aperte vanno consumate entro massimo 4 giorni…E quindi ogni volta che compro della panna fresca per qualche dolce è sempre la solita storia: “con quella che rimane che ci faccio?!?”.

La cavia dall’alto della sua fantasia culinaria mi suggerisce ogni volta di farci la panna cotta che poi lui nelle sere successive se la mangerà con una bella colata di Nutella, alla faccia delle calorie.
Però che barba sempre la classica panna cotta…
Ieri sera aprendo il frigo mi sono resa conto di avere la bottiglietta della panna fresca rimanente dalla preparazione del tiramisù(comincio a non ricordare più nemmeno quello che ho in frigo e mi sa che comincio a diventare un caso patologico). Accanto ad essa giaceva anche una bella bottiglietta da 330 ml, contenente del liquido rosso scuro, anch’essa richiusa con un funzionale tappo e con su riportata la seguente dicitura:”una volta aperta conservare in frigo e consumare entro 4 giorni”. Quindi anche per essa a breve avrei dovuto decidere il destino…E il destino è stato deciso prima del previsto perché l’idea di una panna cotta con della gelatina al succo di melograno al 100% mi ispirava e non poco. E così mi sono messa all’opera.
Ne sono usciti questi bicchieri a righe(se provate a farla vi consiglio di non utilizzare i classici stampini per panna cotta, poiché trovo che, esteticamente parlando, la panna cotta con gelatina colorata nei bicchieri monodose dia il meglio di sé), che sinceramente mi hanno stupita sia da un punto di vista estetico che gustativo.

PANNA COTTA BICOLORE IN VERRINES
Ingredienti per la panna cotta:

260 gr di panna fresca liquida

40 gr di latte fresco (io parzialmente scremato)

50 gr di zucchero semolato

1 foglio di colla di pesce(2 gr.)

1 bustina di vanillina(so che non è il massimo, ma non avevo bacche disponibili :-|)

ingredienti per la gelatina al melograno:

120 gr di succo di melograno 100%(oppure si possono spremere i chicchi di un melograno e si filtra il succo che fuoriesce con un colino)

50 gr di zucchero semolato

1 foglio di colla di pesce(2 gr.)

Procedimento

Iniziare preparando la panna cotta.
Mettere in ammollo in acqua fredda il foglio di colla di pesce e lasciarlo ammorbidire per almeno 10 minuti.
Versare in un pentolino dal fondo spesso il latte, la panna, lo zucchero e la vanillina. Mescolare e portare sul fuoco a fiamma bassa. Mescolare in continuazione e quando accenna a bollire allontanare dal fuoco. Strizzare bene la colla di pesce e metterla nel composto bollente a base di panna. Girare fino a quando non sarà completamente sciolta(qualche secondo ;-)).
Prendere delle verrines e versarvi il composto fino a riempire meno di metà verrines. Mettere nel freezer e lasciar solidificare fino a che in superficie non si crei una pellicola resistente che dovrà sostenere il peso del secondo strato(la mia era al punto giusto in un’ora circa).
Nel frattempo preparare la gelitina di melograno.
Mettere in ammollo in acqua fredda il foglio di colla di pesce e lasciarlo ammorbidire per almeno 10 minuti.
Mettere il succo in un pentolino e mettere sul fuoco. Versarvi lo zucchero e far scaldare mescolando, finchè lo zucchero non sarà completamente sciolto. Allontanare dal fuoco, strizzare la colla di pesce molto bene e aggiungerla al succo caldo. Mescolare finchè non sarà completamente sciolta. Lasciar raffreddare mescolando di tanto in tanto.
Quando il primo strato di panna cotta sarà solidificato in superficie, estrarla dal freezer e versarvi sopra uno strato di gelatina ormai raffreddata che sia alto come la metà dello strato di panna cotta.
Riporre di nuovo la verrines in freezer finchè la gelatina non sia solida in superficie e possa sostenere il peso dell’ulteriore strato di panna cotta(stavolta per me sono stati 20 minuti circa). Nel frattempo mescolare di tanto in tanto la panna cotta e la gelatina ancora nel pentolino per non farle solidificare troppo.
Estrarre dal freezer e versare di nuovo la panna cotta. Far solidificare in freezer di nuovo(stavolta nemmeno 15 minuti) e terminare con uno strato di gelatina rimanente.
Porre in frigo e far riposare per almeno 8 ore prima di servire.

Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!

  1. Tery Dicembre 2, 2010 at 10:02 pm - Reply

    Bravissima!!
    Questa idea nata dal riciclo mi piace molto!!!
    Sia perchè ecologica sia per il gusto in sè, sia anche per l’aspetto tres chic!!!
    Un bacione!

  2. Ambra Dicembre 2, 2010 at 10:34 pm - Reply

    Molto bene tesoro…bellissimo spunto per una panna cotta golosa e glamour!!!!Brava!!

  3. lafede Dicembre 3, 2010 at 9:16 am - Reply

    che ricetta originale! La panna cotta con il succo di melograno!! chissà che buon sapore ha!!! ciao!!

  4. marifra79 Dicembre 3, 2010 at 9:28 am - Reply

    Hai fatto benissimo!!! Grande idea questa panna cotta!!! Un abbraccio

  5. Letiziando Dicembre 3, 2010 at 9:48 am - Reply

    Se tutti gli avanzi fossero così ci metto la firma e mangio solo con quelli. Grande Sara è sempre un piacer passare dalla tua stimolante “cucina”.

    Baci e buon week end

  6. lucy Dicembre 3, 2010 at 9:48 am - Reply

    bella idea perchè anche io ho lo stesso tuo problema e la panna cotta non mi aggrada molto.complimenti penso siano ottime, adesso rinizi a vivere dopo lo stress!!!!!

  7. alialexa2006 Dicembre 3, 2010 at 10:11 am - Reply

    una idea molto originale…complimenti…ciao

  8. EliFla Dicembre 3, 2010 at 10:30 am - Reply

    Eccezionale….e ti dirò che l’idea della panna cotta servita nei bicchieri mi piace ancora di più…grazie e buona giornata, ciao Flavia

  9. sara Dicembre 3, 2010 at 11:13 am - Reply

    Panna cotta servita nei bicchiari mi piace!!! e in queste giornate grigie ne mangerei a chili!!!!!!!!!
    buona giornata!

  10. Nanninanni Dicembre 3, 2010 at 12:31 pm - Reply

    Guarda, io la panna la trovo anche da 20 cl ma non so perché ho sempre lo stesso problema dell’avanzo deperibile.

    Hai trovato la soluzione perfetta!

    Buon fine settimana!

  11. saretta m. Dicembre 3, 2010 at 4:27 pm - Reply

    @tery. Grazie mille e un bacione anche a te ;-).

    @ambra. Grazie mille. Ovviamente poi la gelatina può essere fatta anche con altri succhi in base alle disponibilità e alla stagione. Un bacione

    @lafede. Considera che io trovo il succo del melograno dal sapore simile a quello del miele millefiori, ma allo stesso tempo più acidulo e pungente. Comunque la gelatina puoi farla anche con il succo di altri frutti magari più convenzionali. Se provi fammi sapere. Un bacione

    @marifra. Grazie mille. Un abbraccio anche a te.

    @lety. Grazie mille. sono felice che per te è un piacere passare a trovarmi. A presto. Un bacione e buon week end anche a te.

    @lucy. ti confermo che era buonissima. Comunque ora che mi sto riprendendo mentalmente(anche la chiacchierata sfogo con te è stata terapeutica ;-)ho buscato la bronchite. Febbriciattola a 37.2 tutti i giorni e naso perennemente attappato…Dimmi come si deve fare?!Vabbè consoliamoci con dolciumi&co. Un bacione

    @alialexa. Grazie mille. Un bacione

    @elifla. La penso come te. Molto più chic nel bicchiere che in un piatto…Grazie mille e un bacione

    @sara. siamo in due cara a volerne mangiare tanta. Concordo con te che nel bicchiere è più carina. Un bacione

    @nanni. Infatti quello che avevi al corso era molto piccola di confezione. Sono molto felice che la mia soluzione ti piaccia. Buon we anche a te.

  12. Pensieri e Delizie Dicembre 4, 2010 at 6:13 pm - Reply

    mmmm che bontà!!! Complimenti!