Pasta fresca

Tagliatelle con farina di castagne e ragù bianco

Le scatole sono state tutte aperte, svuotate, appiattite e portate nel sottoscala condominiale dove si trovano un bidone per la raccolta dell’umido, uno per la plastica, uno per il cartone e uno per l’indifferenziato(il giro tra i bidoni con il nuovo vicino tuttofare è stato a dir poco illuminante).
Alle cassette di legno invece, ancora non è stato assegnato un ruolo e una posizione ben definita. Sebbene inizialmente avevo creduto di poterle utilizzare come “dispensa a cielo aperto” (che avrebbe reso tanto l’idea della “colletta alimentare”), causa mancanza di altri mobili adatti a questo uso nei 35 mq dai quali sto scrivendo, ora avrei quasi cambiato idea. O meglio un giro all’Ikea me l’ha fatta cambiare. Si sa che quando si entra in quel labirinto dal percorso obbligato e ordinato, è quasi impossibile tenere fede alle buone intenzioni iniziali di acquistare lo stretto necessario. E così oltre alle lenzuola di colori diversi, ma abbinabili tra loro(non potete capire quanti pensieri sussurrati tra me&me di fronte agli scaffali su cui erano poggiati quei rettangoli di stoffa colorata non sempre di composizione 100% cotone), si sono calamitati verso i palmi delle mie mani anche altre scatole e imballaggi di plastica capaci, una volta a casa, di tenermi impegnata per svariate ore tra cacciaviti di fortuna, brugole rinvenute nel sacchetto della ferramenta e viti dalle forme e dimensioni più disparate.
La linea telefonica è stata allacciata dopo 3 giorni, che alla luce dei fatti definirei “critici”, di (pseudo)segnali di fumi ed è stato buffo avere un numero di telefono fisso, ancor prima della consegna delle chiavi di casa.
Il tavolo bianco(che è ben noto ai lettori di questo blog) mi è rimasto fedele e non ne ha voluto sapere di ritornare nel magazzino dal quale l’avevo estratto tempo fa. Anche per lui era giunto il momento di andare in città!
Al momento credo quindi di poter affermare che il trasloco sia andato a buon fine e un altro dato certo è che la nuova cucina, più luminosa dell’altra, ha già aperto i suoi battenti!
 73
Questo piatto di tagliatelle rigorosamente hand & home made, stasera le cucinerò presso la scuola di cucina  des Mets & des Mots durante un evento firmato Sartoria del Gusto.
Dopo un aperitivo con i prodotti della Sartoria, io e altri Food Blogger ci affiancheremo ai fornelli per cucinare e successivamente ceneremo assaggiando i manicaretti preparati da ognuno!
Per aggiornamenti in tempo reale su quello che accadrà nella scuola di cucina potrete seguirci su Twitter (hashtag: #sartoriadagustare) e Instagram(account: saramilletti).
Per la ricetta invece sbirciate pure sotto ;)!
64
51
Tagliatelle con farina di castagne e ragù bianco
Per 5 persone
4 uova medie
240* gr di farina 00 Sartoria del Gusto(+ q.b. per la spianatoia)
1 presa di fior di sale
Per il ragù
140 gr di petto di pollo
280 gr di pancetta fresca suina
120 gr di pancetta secca suina
8 prugne secche denocciolate
40 gr di pinoli
sale
pepe nero
*La quantità della farina 00 dipenderà molto dalla dimensione delle uova e dall’umidità della farina di castagne che solitamente viene indicata sulla confezione.
Procedimento 
Setacciare le farine su una spianatoia e unirvi un pizzico di sale. Fare la fontana rompervi le uova al centro e sbatterle con una forchetta. Impastare velocemente fino ad ottenere un composto omogeneo. Stendere la sfoglia con un matterello e con un coltello affilato ricavarne delle tagliatelle.
In un padellino antiaderente caldo far tostare i pinoli per alcuni secondi o finchè non siano dorati ed emanino un odore di resina. Tenere da parte. Nella stessa padella far rosolare la pancetta secca, precedentemente ridotta a striscioline, sino a renderla croccante. Tenere al caldo. Macinare il petto di pollo e la pancetta fresca. Ridurre le prugne a piccoli pezzi. 
In una capiente padella far scaldare poco olio evo e farvi rosolare la pancetta e il petto di pollo macinati. In seguito unire le prugne ridotte a pezzi, salare e pepare. Portare a bollore l’acqua, salare, versare le tagliatelle e farle cuocere per 1-2 minuti. Unire un mestolo di acqua di cottura della pasta in padella con il ragù.
Scolare la pasta e farla saltare nella padella con il condimento.
Servire nei piatti completando con la pancetta croccante e i pinoli tostati. 
English version of the recipe
 
Fresh pasta with chestnut flour and white sauce
Serves: 5

4 medium eggs

1 pinch of fleur de sel

For the sauce

140 grams of chicken breast

280 grams of bacon

120 grams of dry bacon

8 pitted prunes

40 grams of pine nuts

salt

freshly ground black pepper

* The amount of flour 00 will depend on the size of the eggs and the humidity of chestnut flour that you can find on the package.

Directions

Sift the flour on the pastry board and add a pinch of salt. Make a hole, break your eggs in the center and beat them with a fork. Knead quickly to obtain a homogeneous mixture. Roll out the dough with a rolling pin and cut it with a sharp knife in order to obtain noodles.

In a non stick frying pan heat the pine nuts for a few seconds or until golden brown and give off a smell of resin. Set aside. In the same pan, cook the dry bacon, previously reduced to strips, until it becomes crispy. Keep warm. Mince the chicken breast and the fresh bacon. Reduce the plums into small pieces.

In a large skillet, heat a little olive oil and add the bacon and chicken breast previously grounded. Then pour in the plums and season with salt and pepper. Bring a pot with water to boiling. When boiling, add salt and the noodles. Cook them for 1-2 minutes. Put a ladle of noodles cooking water in the pan with the sauce.

Drain the pasta and toss in the pan with the sauce.

Serve topping with the crispy bacon and toasted pine nuts.

79_1

Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!

  1. Sabrina Ottobre 11, 2012 at 12:56 pm - Reply

    Sara, una meraviglia meravigliosa! Abbinamenti che non ho mai provato, ma non vedo l’ora di sperimentare! Mi ispira davvero molto, brava!
    Per quanto riguarda l’Ikea, davvero impossibile uscire senza aver comprato qualcosa assente dalla lista delle buone intenzioni! Impossibile.
    Buon nuovo inizio.
    🙂

  2. Doriana Ottobre 11, 2012 at 1:10 pm - Reply

    Bella ricetta e bella foto, Sara!
    Ci vediamo stasera!!

    • saretta m. Ottobre 16, 2012 at 8:54 am - Reply

      Grazie Doriana! E grazie per l’aiuto al tritacarne ;)!

  3. l'albero della carambola Ottobre 11, 2012 at 1:11 pm - Reply

    Ciao Sara! Ma che bella soropresa! Ci saremo anche noi “carambole” questa sera alla Sartoria del Gusto e…non vediamo l’ora di assaggiare queste deliziose tagliatelle!
    A stasera
    simona

    • saretta m. Ottobre 16, 2012 at 8:54 am - Reply

      Ragazze è stato un piacere conoscervi! Al prossimo incontro culinario-mangereccio! Un bacio

  4. Roberta Ottobre 11, 2012 at 1:45 pm - Reply

    Mamma mia Sara, sono appena finita nel tuo blog e sono rimasta invischiata in questo meraviglioso piatto! E sbirciando un po’ di corsa mi pare di capire che dovrò proprio unimi ai tuoi lettori, altrimenti chissà cosa rischio di perdermi!!
    Complimenti, davvero, e passa a trovarmi anche tu se ti fa piacere! A presto 🙂

  5. EVE Ottobre 11, 2012 at 1:49 pm - Reply

    Bellissima ricetta! Ho dato una sbirciatina alle tue ricette e sono davvero interessanti. Molto ben fatto anche il tuo blog. Mi sono inserita tra i tuoi lettori e quindi d’ora in poi passerò spesso a leggerti e commentare i tuoi post.
    Se ti va, passa anche tu nel mio blog di cucina.
    Ciao

  6. Riso Mandorlino Ottobre 11, 2012 at 4:42 pm - Reply

    Ciao Saretta, ti leggo sempre…
    E che goduria! …Tra le tagliatelle e il ragù bianco con tutti quegli ingredienti che insieme fanno un mix stupendo non saprei cosa preferire…quindi insieme sono, direi, perfetti…adoro le castagne!! Grazie per questa ricetta piena degli aromi autunnali…bellissima, a presto Lys

  7. clau Ottobre 11, 2012 at 5:47 pm - Reply

    La tua nuova cucina ha egregiamente aperto i battenti! Complimenti davvero!! un bacio! ;D

  8. Tery B Ottobre 12, 2012 at 7:29 am - Reply

    E dopo l’assaggio posso confermare che questo primo era proprio buono! 😀

  9. Letiziando Ottobre 12, 2012 at 9:12 am - Reply

    Muoio dalla voglia di assaggiare queste meravigliose tagliatelle:)

    Buon week end

    • saretta m. Ottobre 16, 2012 at 8:50 am - Reply

      Sono buone buone Lety! Un bacio a te a i pupi!

  10. Laura Fulcheri Ottobre 13, 2012 at 6:43 am - Reply

    io ho solo una parola: FA VO LO SE!!!!!

  11. puntacassano Ottobre 16, 2012 at 8:38 am - Reply

    Ti leggiamo anche noi e ci fai impazzire con le tue ricette!!!