Altro

Frappè con cacao, caffè e noci di macadamia pralinate

Non ho mai avuto il pollice verde e qualcuno avrà assistito alla mia lotta quotidiana documentata su snapchat (mi trovate come @saramilletti) con la piantina di pomodoro ciliegino che sta provando a crescere. Non so se assaggeremo mai i pomodori del mio balcone e questo mi rattrista molto. E pensare che ero un’assidua giocatrice di FarmVille. Ve lo ricordate quel gioco che faceva venire voglia di fare i contadini? Beh si sa che tra il dire e il fare…Poi però ci sono Tommaso e Federico (rispettivamente 24 e 29 anni) che, dopo aver giocato a fare i contadini, nel 2010 decidono di dar vita ad un e-commerce di alberi piantati a nome dell’acquirente dagli agricoltori locali. La loro realtà si chiama Treedom e a distanza di 6 anni hanno reso possibile la crescita di 250.000 alberi ognuno dei quali ha la sua pagina dedicata dove l’utente/acquirente ne segue on line la crescita e lo sviluppo. Ciascun albero è geolocalizzato, fotografato dai contadini locali e può essere regalato a terzi (io ad esempio sono orgogliosissima del mio albero di mandarino che sta crescendo in Senegal).

Acquisizione a schermo intero 31052016 150554.bmpAcquisizione a schermo intero 31052016 150652.bmp

Ma chi sono i beneficiari di questa bella idea?
In primis il pianeta e tutti noi che abbiamo la possibilità di respirare aria pulita grazie agli alberi (il mio mandarino ad esempio assorbe tanta CO2, quanta ne produce in media una persona in 7 giorni).
E poi ci sono i contadini locali (17.500) che vivono in zone dove un incremento della produzione agricola può essere fondamentale per contrastare la desertificazione (Kenya) o in zone colpite dal terremoto (Haiti) o dove il lavoro può avere un’utilità sociale (Sud Italia all’interno dei terreni confiscati alla mafia).

Ho deciso di parlarvene proprio adesso che si avvicina la Giornata Mondiale dell’Ambiente e se state già pensando di acquistare o regalare il vostro albero vi consiglio un albero di cacao o uno di noci di Macadamia i cui frutti vi serviranno per realizzare questa golosissima ricetta che vi rinfrescherà e nutrirà durante le giornate più torride (perché l’estate arriverà presto, vero?).

694

Frappè cacao, caffè e noci di Macadamia pralinate
Per 4 smoothies
800ml di latte fresco intero
20g di cacao amaro in polvere
300g di gelato al caffè
125ml di panna fresca liquida
12g di zucchero

Per le noci pralinate
50g di noci di macadamia
50g di zucchero
25g di acqua

Procedimento
Iniziate preparando le noci pralinate. Versate all’interno di una padella antiaderente le noci, lo zucchero e l’acqua e mettetela su fiamma media. Fate cuocere mescolando spesso con un cucchiaio di legno. Ad un certo punto lo zucchero diventerà sabbioso e asciutto. Mescolate ancora fino a che lo zucchero non inizierà a sciogliersi di nuovo. Proseguite la cottura mescolando spesso fino a che non sentirete scoppiettare. A quel punto spegnete la fiamma e trasferite le mandorle su un foglio di carta forno. Fatele raffreddare completamente e tenetele da parte.
In un pentolino versate il latte e il cacao. Fate cuocere su fiamma media mescolando sempre fino a che il composto non accennerà al bollore. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
Nella ciotola di un robot versare la panna liquida e lo zucchero e montatela a neve ben ferma.
Nel bicchiere di frullatore unite il gelato con il latte e cacao ormai freddo. Frullate per 30 secondi.
Versate il composto ottenuto all’interno di 4 bicchieri.
Trasferite la panna all’interno di una sac à poche con bocchetta a stella e completate il frappè con la panna e le noci caramellate. Servite subito.

712

Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!