Colazione

Plumcake con panna acida e mandorle

“Da tanto non preriscaldo il forno” ho pensato. Ma anche quest’azione, come tutte le altre che avevo ipotizzato prima di lei, aveva le sembianze dell’ennesimo pensiero inutile e non particolarmente motivatore che popolano la mia testa in quelle mattinate lente scandite dall’indolenza che talvolta si impossessa di me. Un’occhiata alle foto contenute nella recente cartella Bali-Gili (vi devo ancora raccontare del mio ultimo avventuroso viaggio tra scimmie, templi e mare cristallino), il solito check sui social, due pagine del mio nuovo libro (leggetelo perché è bellissimo), e il furto quotidiano del quadrotto di cioccolato fondente che in questi giorni si scioglie molto più velocemente in bocca. Aprendo le ante della credenza oltre al profumo di spezie, un netto aroma fiorito. Tra gli acquisti fatti d’istinto in un supermercato di Bali (adoro visitare i supermercati quando sono all’estero) solamente per amore del pack, una piccola e profumatissima confezione di tè verde al gelsomino. Dovevo provarlo, ma non senza un dolce.

In frigo avevo un barattolino di panna acida in scadenza e nella dispensa profumata un sacchetto di farina di mandorle da terminare e tutto il resto degli ingredienti basilari.

Al momento non so dirvi se ho preferito il sofficissimo plumcake o quel meraviglioso tè…Ma devo confessare che accendere il forno è stata un’idea meravigliosa :)!

Mini plumcake con panna acida
Ingredienti per 4 persone
150g di farina 00
50g di farina di mandorle
60g di burro fuso
2 uova
150g di zucchero semolato
1 bacca di vaniglia
200g di panna acida
1 pizzico di sale
1 cucchiaino colmo di lievito per dolci non vanigliato
zucchero a velo q.b.

Procedimento
Preriscaldate il forno a 180°. Incidete la bacca di vaniglia nel senso della lunghezza e raschiatene i semini con un coltello. In una ciotola unite lo zucchero, le uova e i semi di vaniglia. Montate con una frusta a mano fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungete la panna acida e il burro fuso. Quando il composto sarà amalgamato unite gradualmente la farina di mandorle, la farina 00, il sale e il lievito. Dividete il composto negli stampi monouso. Fate cuocere nella parte media del forno per 30 minuti (verificate comunque la cottura con uno stuzzicadenti). Sfornate, lasciate raffreddare su una gratella per dolci. Prima di servire spolverizzate con zucchero a velo.

English version of the recipe

Sour cream and almonds plumcake
Serves: 4
150g of all purpose flour
50g of almonds flour
60g of cold melted butter
2 eggs
150g of caster sugar
1 vanilla bean
200g of sour cream
1 pinch of salt
1 tsp of baking powder
powdered sugar

Directions
Preheat the oven to 180°. Cut the vanilla bean lengthwise and use the point of the knife to scrape the seeds loose from the pod. In a bowl put sugar, eggs and vanilla seeds and beat until light and fluffy. Add sour cream and melted butter. Beat in almonds flour, all purpose flour, salt and baking powder. Mix until combined. Spread batter into the pans and bake until cake is golden, (about 30 minutes) and when a cake tester inserted in center comes out clean. Let plumcake cool completely, dust with powdered sugar and serve.

Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!