Piatti unici

Poke bowl con riso venere, tonno e avocado [perfetta dopo un allenamento di functional training]

[Post scritto in collaborazione con Giulia M.]
[Giulia] Chi come me ama frequentare la palestra e in particolare seguire lezioni che mirano a sviluppare forza, agilità, resistenza, potenza e coordinazione, avrà sicuramente idea di cosa significhi allenamento funzionale. Io, che non mi considero una fanatica del fitness, ma solo un’amante dell’attività fisica per il benessere di bene corpo e mente, prendo parte regolarmente a lezioni di quello che è più comunemente conosciuto come “functional training”. Sicuramente molti ne avranno sentito parlare, anche perché è molto in voga nei centri fitness. Oltre ad essere un tipo di allenamento che trovo particolarmente divertente e mai noioso o ripetitivo, il funzionale non prevede utilizzo di macchinari (se non un’attrezzatura basica come kettlebell, corde, step, medicine ball, stability ball, bosu) ed è il corpo stesso ad essere il cardine degli esercizi. Consiglio a chiunque questo tipo di allenamento, che non è per fanatici dello sport (non solo almeno!) e non costringe a rinchiudersi per ore in sala pesi, ma propone una varietà di esercizi diversi l’uno dall’altro che coinvolgono varie catene muscolari in modo armonico.

Anche i non amanti del fitness possono sentirsi stimolati e completamente coinvolti da questo tipo di attività fisica che si caratterizza per la costante variazione degli esercizi che risulteranno essere sempre diversi. Ed è proprio la varietà che combatte la fatica, rafforzando il corpo e liberando la mente. Inoltre, dal momento che si mettono in moto una gran quantità di muscoli diversi, si innesca un dispendio energetico più elevato e un conseguente maggiore consumo di calorie. Dopo un allenamento mattutino di questo tipo reintegrare le energie perse è fondamentale e non c’è niente di meglio di un buon piatto proteico ed energizzante come quello che mi ha proposto Sara!

[Sara] Stavolta mi sono affidata alle proteine del tonno fresco e alle millemila proprietà del riso venere per un pasto gustoso e bilanciato a prova di sportivi. Il riso venere, facilmente digeribile, è ricco di antiossidanti, contiene pochi zuccheri ed è povero di grassi. È inoltre ricco di ferro e selenio, fonte di fibre ed è caratterizzato da un alto contenuto di fosforo. Sempre più popolare e diffuso e naturalmente privo di glutine, affascina per il suo colore oltre che per il suo sapore e forse non tutti sanno che per preservare le sue proprietà nutrizionali non deve essere bollito (durante la cottura i nutrienti finirebbero nell’acqua che poi scolereste) bensì è necessario procedere con una cottura per assorbimento.

Di cosa si tratta? Scopritelo nel procedimento per realizzare questa colorata poke bowl (nuova tendenza food che arriva dalle Hawaii che spesso prevede, tra gli ingredienti, anche frutta a pezzi), un piatto unico per sportivi buongustai ?.

Poke bowl con tonno e avocado
Ingredienti per 1 bowl
1 bicchiere di riso venere integrale
80g di tartare di tonno fresco
1/2 avocado
6 pomodorini piccadilly
4 ravanelli
1 cetriolo
1 cucchiaio di semi vari per insalate (sesamo, lino, chia)
olio di semi di sesamo q.b.
sale

Procedimento
Risciacquate il riso sotto acqua fredda corrente. In una casseruola versate 2 bicchieri di acqua fredda (ossia il doppio del volume del riso crudo), coprite con un coperchio che aderisca bene ai bordi e non permetta la fuoriuscita del vapore e portate a bollore. Al bollore salate e versate il riso. Coprite di nuovo con il coperchio e dalla ripresa del bollore calcolate 15 minuti di cottura su fiamma bassa tenendo la casseruola sempre coperta e non mescolando mai. A completo assorbimento dell’acqua spegnete il fuoco e lasciate riposare il riso per una mezz’ora sempre coperto. In questo modo la cottura proseguirà sfruttando il vapore rimasto all’interno della casseruola e la poca acqua residua verrà assorbita lentamente. Sgranate il riso con un forchetta e disponetelo in una ciotola. Lavate i pomodorini e tagliateli a metà eliminando i semi. Sbucciate il cetriolo e riducetelo a rondelle. Eliminate il nocciolo dell’avocado, sbucciatelo e tagliatelo a fette. Lavate e asciugate i ravanelli e tagliateli a fettine sottili. In una ciotola (bowl) mettete il riso e completate con gli altri ingredienti. Condite il tutto con olio di semi di sesamo (o, a piacere, con olio evo), aggiungete i semi vari e servite subito.

Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!