Dolci

Madeleine al profumo di fiori d’arancio con gocce di cioccolato

Tipicamente francesi, nate esattamente a Commercy, un comune nel nord-est del paese e diffuse in tutta la nazione. Le madeleine, soffici dolcini simili al plumcake tanto cari anche allo scrittore francese Marcel Proust, profumano di burro e sono perfetti per accompagnare un tè. La ricetta che vi propongo, nella quale non manca l’aroma di fiori d’arancio, non è esattamente quella originale bensì una valida alternativa arricchita con gocce di cioccolato. Le mie madeleine sono ruffiane e anticonformiste e nel procedimento vi svelo il segreto per ottenere la caratteristica “gobetta”.

Madeleine al profumo di fiori d’arancio con gocce di cioccolato
Ingredienti per 12 madeleine

100g di zucchero semolato fine
100g di farina
80g di burro
2 uova fresche
35g di gocce di cioccolato fondente
3 cucchiaini di acqua di fiori d’arancio
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito in polvere

Procedimento
Fate sciogliere il burro nel microonde e lasciatelo intiepidire. In una ciotola setacciate la farina con il lievito. A parte, con le fruste elettriche, lavorate le uova, lo zucchero e il sale fino ad ottenere un composto spumoso (saranno necessari un paio di minuti). Unite infine l’acqua ai fiori d’arancio. Unite alle uova la farina poco alla volta incorporandola bene aiutandovi con una spatola e facendo delicati movimenti dal basso verso l’alto.
Unite il burro fuso (ormai a temperatura ambiente) poco alla volta mescolando sempre con movimenti dal basso verso l’alto per non smontare il composto. Coprite la ciotola con la pellicola trasparente (o con un coperchio, nel caso in cui ne fosse munita) e lasciate riposare l’impasto in frigo per un minimo di 4 ore (meglio ancora se tutta la notte). L’indomani mattina (o trascorse le 4 ore) riprendete l’impasto dal frigo. Preriscaldate il forno a 200°.
Imburrate e infarinate le cavità di uno stampo per madeleine. Con l’aiuto di un cucchiaio riempite le cavità dello stampo non fino all’orlo rimanendo a qualche mm da esso. Infornate per 10 minuti poi abbassate la temperatura a 150° e proseguite la cotture per ulteriori 6 minuti o fino a che non saranno dorate (ricordate che le madeleine non dovranno colorire troppo). Sfornate, lasciatele nello stampo per qualche minuto poi sformatele e trasferitele su una gratella per dolci. Chiuse in una scatola di latta si conservano per un massimo di 3/4.

Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!