Altro

Filetti di trota fritti con maionese alla senape e patate lesse al burro – Oktoberfest all’italiana

I filetti di trota fritti con maionese alla senape e patate lesse al burro sono un piatto unico gustoso e sfizioso, semplice e veloce da preparare. La trota è un pesce d’acqua dolce che appartiene alla stessa famiglia del tonno e del salmone e la sua polpa ha un sapore delicato. Discretamente diffusa in Italia, la trota è molto famosa e utilizzata in Baviera dove è la specie ittica autoctona più antica. La classica trota bavarese è la Lechtalforelle ed è protagonista di tantissime ricette tipiche alcune delle quali vengono servite anche all’Oktoberfest.
La trota in Baviera viene cucinata affumicata, alla griglia o al cartoccio e se anche quest’anno l’Oktoberfest in presenza è stato rinviato ho provato a rievocarne i sapori a casa con questa buonissima ricetta a base di filetti di trota. Una curiosità che alcuni di voi magari non sanno è che in uno dei tendoni dell’Oktoberfest denominato Fischer Vroni trota, sgombro, coregone, salmerino e altri tipi di pesce vengono serviti dopo essere stati cotti alla griglia infilzati su uno spiedo accompagnati con patate lesse al burro e un boccale di birra.

Io ho seguito quindi alla lettera la ricetta bavarese delle patate lesse al burro e ho interpretato in chiave street food la trota impanando e friggendo i filetti nel burro chiarificato e accompagnandoli con una salsa di maionese alla senape.

Di seguito trovate la video ricetta, il testo con ingredienti e i passaggi per replicarla a casa e ancora più in basso vi suggerisco la birra bavarese in abbinamento a questo piatto!

Filetti di trota fritti con maionese alla senape e patate lesse al burro
Ingredienti per 4 persone
150 g di burro chiarificato
100 g di panko
8 filetti di trota
8 cucchiai di farina 00
4 uova
sale
pepe nero

per le patate lesse al burro
1 kg di patate non molto grandi
60 g di burro bavarese
60 g di burro bavarese alle erbe
2 foglie di alloro
prezzemolo
sale

per la maionese alla senape
100 g di maionese
20 g di senape delicata
1 cucchiaino di senape in grani

Procedimento
Iniziate con la preparazione delle patate lesse al burro. Lavate bene le patate sotto l’acqua corrente, mettetele in una casseruola e copritele con acqua fredda. Aggiungete 2 cucchiaini di sale e una foglia di alloro. Coprite con un coperchio e portate a ebollizione su fiamma alta. Fate cuocere le patate fino a che non sarà possibile infilzarle con una forchetta (15-25 minuti). Scolate le patate e sbucciatele. Fate sciogliere il burro alle erbe e i 60 g di burro bavarese in una padella e aggiungete le patate sbucciate. Mescolate delicatamente affinché le patate si insaporiscano con il fuso. Aggiustate di sale, condite con ulteriore prezzemolo fresco tritato e tenete al caldo.

In una ciotola unite la maionese con la senape in grani e con la senape delicata. Lavorate con una spatola fino ad ottenere un composto omogeneo. Conservate in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Eliminate le lische dai filetti di trota e asciugateli bene con carta assorbente. Disponete in un piatto la farina e in uno il panko. Sgusciate le uova in un piatto, salate, pepate e battetele leggermente con una forchetta. Passate ora i filetti di trota prima nella farina poi, dopo averne scosso l’eccedenza, nell’uovo e, infine, nel panko. In una padella fate fondere il burro chiarificato e quando sarà molto caldo friggetevi i filetti di trota fino a che saranno ben dorati. Fateli sgocciolare in un foglio di carta assorbente per fritti, salate e servite accompagnandoli con le patate lesse al burro.

Se avete ancora fame vi consiglio di consultare anche la ricetta della sformato di patate alla Bavarese e degli stuzzichini di polenta e Obatzda.

La birra dell’Oktoberfest in abbinamento con i filetti di trota fritti

La birra tedesca perfetta in abbinamento ad un piatto dal gusto ricco come i filetti di trota fritti e patate lesse al burro è la Eku 28. Si tratta di una birra ambrata molto corposa in stile Doppelbock che deve essere idealmente servita alla temperatura di 14°-15°. Versandola non produce quasi schiuma perché la gradazione alcolica ne inibisce la formazione. Birra poco amara, al palato risaltano sapori maltati, di caramello e di frutta e al naso sono presenti anche punte di lievito. Aromatica e persistente sarà un piacere gustarla!

Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Buona forchetta, blogger, aspirante sommelier e content creator sono un’instancabile curiosa. Per professione collaboro con numerose aziende legate al food, beverage e travel occupandomi di food writing, food styling, editing, food photography, tour enogastronomici e interviste agli chef. Social media addicted, mi trovate sempre connessa!