Dolci

Kaiserschmarrn con composta di frutti rossi all’anice stellato e panna montata

Preparazione

Difficoltà: Facile
Preparazione: 40'
Cottura: 20'
Dosi: 8 persone

Il Kaiserschmarren, il cui nome significa letteralmente frittata (o pasticcio) dell’imperatore, è un dolce buonissimo che sicuramente avrete gustato in qualche rifugio di montagna o come dessert in un ristorante d’oltralpe. Servito tradizionalmente con una composta (o purea) di mele è un dolce molto semplice da fare in casa. Qui trovate la mia versione realizzata in collaborazione con Baviera all’Italiana.

Cos’è il Kaiserschmarrn

Una via di mezzo tra una crêpes e un pancake,  il Kaiserschmarrn è un dolce molto soffice che si prepara velocemente senza l’utilizzo del forno. Fatto a pezzi e rigorosamente cosparso di zucchero a velo, pare che il Kaiserschmarrn sia nato a causa di una svista, o meglio di una dimenticanza, da parte dello Chef dell’Imperatore d’Austria Francesco Giuseppe. Secondo la leggenda una sera l’imperatore ha chiesto una crêpes al cuoco il quale per errore la fece cuocere troppo, rompendola. Poiché non poteva rifarla, la tagliò a quadrotti e cosparse quest’ultimi con lo zucchero a velo. Quel dolce piacque talmente tanto all’imperatore che divenne il suo preferito e prese persino il suo nome (da qui il nome “frittata dell’imperatore”).

Kaiserschmarrn con composta di frutti rossi all’anice stellato e panna montata

Kaiserschmarrn con composta di frutti rossi all’anice stellato e panna montata: la video ricetta

Ci sono diverse ricette per realizzare il Kaiserschmarrn, tutte valide e buonissime. La mia versione prevede l’uvetta nell’impasto e per un risultato più “fluffly” ho separato i tuorli dagli albumi montando quest’ultimi a neve ben ferma. Alla tecnica di strapazzare direttamente le uova in padella ho preferito quella di dividere il dolce in quattro parti e di stracciarlo appena cotto con l’aiuto di due forchette. Il risultato? Giudicate voi guardando il video. Non avete voglia di replicare il mio Kaiserschmarrn con composta di frutti rossi all’anice stellato e panna montata? È davvero delizioso e la composta ai frutti rossi, con la sua nota leggermente acidula, crea un piacevole contrasto con la dolcezza del resto.

Kaiserschmarrn con composta di frutti rossi all’anice stellato e panna montata

Ingredienti

per il Kaiserschmarrn

175 ml di latte intero
100 g di farina 00
50 g di zucchero semolato
50 g di uvetta sultanina
40 g di burro
30 ml di rum
4 uova
1/2 cucchiano di semi della bacca di vaniglia

per la composta

600 g di frutti di bosco surgelati
90 g di zucchero di canna chiaro
4 stelle di anice stellato
scorza di 1 arancia bio

per servire

300 ml di panna da montare già zuccherata
zucchero a velo q.b.

Procedimento
Iniziate dalla preparazione della composta. Versate in un pentolino i frutti di bosco, lo zucchero, l’anice stellato e la scorza di arancia e mettete su fuoco a fiamma medio alta. Portate a bollore e fate cuocere per circa 15 minuti o fino a che la composta sarà mediamente densa. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e quando è fredda eliminate l’anice stellato e la scorza d’arancia.

Ammollate l’uvetta con il rum. Separate i tuorli dagli albumi. Montate i tuorli con lo zucchero semolato fino a che saranno bianchi e spumosi. A questo composto aggiungete la farina setacciata e i semi interni della bacca di vaniglia. Unite anche il latte a filo e mescolate con una frusta. Aggiungete infine l’uvetta strizzata dal rum. Montate gli albumi a neve ben ferma e uniteli all’altro composto con delicati movimenti dal basso verso l’alto per non far smontare il tutto. Fate fondere il burro in una padella antiaderente (ø 24 cm). Quando sarà sciolto aggiungete il composto. Coprite con un coperchio e dopo circa 5 minuti dividete il Kaiserschmarrn in 4 parti. Con l’aiuto di una spatola girate ogni pezzo su se stesso per farlo cuocere anche nell’altro lato. Quando il Kaiserschmarrn sarà cotto, spegnete la fiamma, rompetelo con due forchette, trasferite i pezzi su un piatto da portata e spolverizzate con abbondante zucchero a velo.

Versate la panna fredda di frigo in una ciotola anch’essa precedentemente raffreddata e montatela.
Servite il Kaiserschmarrn decorando con la panna montata e accompagnandolo con la composta di frutti rossi.

Iniziate dalla preparazione della composta. Versate in un pentolino i frutti di bosco, lo zucchero, l’anice stellato e la scorza di arancia e mettete su fuoco a fiamma medio alta. •Portate a bollore e fate cuocere per circa 15 minuti o fino a che la composta sarà mediamente densa. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente e quando è fredda eliminate l’anice stellato e la scorza d’arancia. •Ammollate l’uvetta con il rum. Separate i tuorli dagli albumi. Montate i tuorli con lo zucchero semolato fino a che saranno bianchi e spumosi. A questo composto aggiungete la farina setacciata e i semi interni della bacca di vaniglia. Unite anche il latte a filo e mescolate con una frusta. Aggiungete infine l’uvetta strizzata dal rum. •Montate gli albumi a neve ben ferma e uniteli all’altro composto con delicati movimenti dal basso verso l’alto per non far smontare il tutto. •Fate fondere il burro in una padella antiaderente (ø 24 cm). Quando sarà sciolto aggiungete il composto. Coprite con un coperchio e dopo circa 5 minuti dividete la frittata in 4 parti e girate ogni pezzo su se stesso per farlo cuocere anche sull’altro lato. Quando il Kaiserschmarrn sarà cotto rompetelo con due forchette, trasferite i pezzi su un piatto da portata e spolverizzate con abbondante zucchero a velo. Montate la panna e servite il Kaiserschmarrn accompagnando con la composta di frutti rossi e decorando con la panna montata.

Se provate la mia ricetta del Kaiserschmarrn con composta di frutti rossi all’anice stellato con panna montata e volete condividere la foto su Instagram o Facebook potete taggarmi o utilizzare l’hashtag #lappetitovienleggendo

Preparazione

Difficoltà: Facile
Preparazione: 40'
Cottura: 20'
Dosi: 8 persone

Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER


ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Scopri Sara

Sara, 36 anni, instancabile curiosa. Dicono che parlo troppo e dormo troppo poco. Nel 2010 ho deciso di aprire il sito L’Appetito Vien Leggendo come blog di cucina, mia grande passione insieme a scrittura, viaggi e fotografia. Vivo a Milano, ma vengo dalla campagna. Se fossi uno dei sette peccati capitali, non potrei impersonificare altri che la gola. Da bravo sagittario (ascendente sagittario) vivo con il trolley a portata di mano e mi troverete sempre pronta per l’ennesimo viaggio alla scoperte delle ricchezze enogastronomiche di ogni paese. Nella vita sono una freelance. Collaboro con aziende legate al mondo food&beverage (Carrefour, Fairy, Pan di Stelle, Electrolux, Sanbittèr, Barilla, Cinzano…per citarne alcune) e sono contributor per il sito de La Cucina Italiana. Mi occupo di food writing, food styling, editing, food photography, sviluppo di ricette, test di nuovi prodotti, conduzioni tv e mi diverto ad intervistare gli Chef. Sono una social media addicted e mi trovate sempre connessa!